12/21/2020

Puoi guidare un monopattino elettrico su un marciapiede in Italia?

È una domanda ragionevole. Dopotutto sembra l'alternativa più sicura. Puoi, o eventualmente dovresti,guidare un monopattino elettrico su un marciapiede? In molti casi la risposta è negativa: non puoi. Anno dopo anno le notizie relative ai monopattini elettrici si sono focalizzate sui problemi e sugli inconvenienti legati al fatto che vengono parcheggiati, e affollano regolarmente,i marciapiedi destinati ai pedoni. Ma, ancora peggio, è il caso dei passanti feriti dagli scooter in movimento nelle aree pedonali. Questo è il motivo principale per cui molte città degli Stati Uniti e del mondo intero hanno escluso i monopattini elettrici dalla circolazione sui marciapiedi.

In Italia è illegale guidare un monopattino elettrico sul marciapiede. I conducenti saranno sanzionati in caso di infrazione. La stragrande maggioranza di casi relativi agli infortuni sui marciapiedi riguardano aziende come Bird e Lime e, nella maggior parte dei casi, la storia riguarda il principio legale di responsabilità.Chi è responsabile se un pedone viene investito: il proprietario di un monopattino elettrico o il conducente? Nel caso di proprietari privati di monopattini elettrici come Unagi la risposta è piuttosto chiara dato che proprietario e conducente sono generalmente la stessa persona. I conducenti dei monopattini privati si assumono la propria responsabilità. Ma è ancheprobabile che siano meno propensi a condurli sul marciapiede.

"Due problemi hanno ostacolato l'immagine pubblica e positiva" dei monopattini elettrici, osserva Elektrek. "Parliamo degli incidenti e della guida sul marciapiede. E i due aspetti sono spesso collegati". I pedoni disabili e le persone più anziane rappresentano la categoria più a rischio per quanto riguarda la circolazione dei monopattini elettrici sui marciapiedi e per l'ampio numero di incidenti. Lime, Spin e altre aziende del settore hanno lavorato per trovare soluzioni adatte ai problemi di parcheggio e di guida sui marciapiedi cercando di educare i conducenti e condividere i dati acquisiti con i governi locali. L'idea è quella di creare una tecnologia che possa dissuadere e prevenire l'abuso di guida sui marciapiedi, sebbene gli sforzi attuali siano dispendiosi e ancora in fase embrionale di sviluppo.

Attualmente dipende soprattutto dalle responsabilità individuali e dalle intenzioni persoali di rispettare le normative locali, di fare attenzione ai pedoni e guidare in maniera sicura. Insomma, la situazione attuale non è così semplice come quella relativa agli scooterin strada.

Molti conducenti si sentono più sicuri sui marciapiedi perché non devono districarsi tra le macchine. Una persona inmonopattino sarebbe costretta a pagare l'equivalente di 20,00€ o 50,00€ euro in caso di incidente mentre una collisione con un'auto comporterebbe una spesa di risarcimento pari a oltre 4.000€.

Sebbene ci siano più possibilità di incidenti sul marciapiede, gli infortuni in caso di incidenti stradali possono essere molto più gravi, specialmente in strade strette in cui mancano le piste ciclabili o laddove il traffico veicolare è più veloce. In effetti, la maggior parte dei casi negli ultimi tre anni, si è verificata quando un monopattino elettrico è stato investito da un'auto.

È altrettanto vero che un gran numero di incidenti su due ruote sono dovuti ad una mancanza di esperienza e al fatto che nessuno indossi il casco protettivo: due problemi endemici per quanto riguarda i monopattini condivisiguidati da rider alle prime armi e poco inclini all'uso dei sistemi di protezione essenziali. I conducenti che possiedono, anzichè noleggiare,un monopattino elettricohanno molte opportunità in più di esercitarsi alla guida e abituarsi a viaggiare indossando un casco.

Uno studio CDC realizzato a Austin, in Texas, ha scoperto che un terzo degli incidenti sui monopattini elettrici coinvolgono conducenti inesperti che si cimentano per la prima volta alla guida. Quando i conducenti acquisiscono sicurezza mediante l'allenamento alla guida dei monopattini prima ancora dimuoversi in strada, questi sono poi capaci di rispettare tutte le norme del Codice della Strada, usare i segnalatori acustici per avvisare i passanti e indossare in maniera appropriata i dispositivi di sicurezza: in questo modo le possibilità di subire gravi incidenti diminuisce significativamente. Del resto, il traffico pedonale è abbastanza imprevedibile per cui guidare sul marciapiede può aumentare gli imprevisti. Irider dovrebbero esserne consapevoli in modo da garantire lo spazio adeguato di movimento ai pedoni. I conducenti con maggiore esperienza imparano infatti ad evitare gli ostacoli evitando di diventare essi stessi ostacoli per gli altri.

Molti problemi di questo tipo non capitano nelle aree a traffico pedonale ridotto e nei posti con infrastrutture viarie dedicate ai veicoli più piccoli. In questi casi potrebbe essere necessario e più sicuro guidare sul marciapiede per almeno una piccola parte del viaggio. È importante che i conducenti si comportino con adeguata consapevolezza e imparino le norme del Codice della Strada. Il modo migliore per scoprire se la propria città abbia escluso i monopattini elettrici dal traffico sui marciapiedi è contattare le autorità di Polizia o della Motorizzazione Civile. Le regole sui monopattini elettrici sono state finora abbastanza inconsistentie oggetto di cambiamenti. Pertanto, proprio come è successo in molte città degli Stati Uniti, i monopattini sono relegati a circolare sulle piste ciclabili e sul lato destro della strada.

Alcuni conducenti, pur avendo buona consapevolezza delle norme sulla circolazione, potrebbero ancora pensare che sia consentito guidare sul marciapiede in alcune situazioni specifiche, senza il rischio di incorrere in alcuna sanzione. Altri credono che un modo lecito sia semplicemente quello di ridurre la velocità ed equipararla a quella dei pedoni. In definitiva, i vuoti normativi richiedono che i motociclisti stiano sempre attenti a chi li circonda, pedoni e auto, che potrebbero essere colti alla sprovvista dai loro movimenti.

In qualunque parte del mondo la situazione è piuttosto differente. L'anno scorso, ad esempio, la città di Calgary ha emanato una nuova normativa in merito ai monopattini elettrici che li escludeva dalle strade e permetteva loro di circolare esclusivamente sui marciapiedi e sulle piste ciclabili sebbene in questo modo conducenti potessero addirittura ostacolare i pedoni. Il ragionamento alla base di questa ordinanzaè molto semplice: evitare che i monopattini circolino nelle strade e tenere più al sicuro i rider. Questi punti controversi portano così al problema più grande ossia la mancanza di infrastrutture per le forme di trasporto alternative.

“Le strade urbane dovrebbero essere sicuree confortevoli per tutti i conducenti indipendentemente dalla loro età, dalle loro capacità di guida e dal mezzo di trasporto scelto per i propri spostamenti”, afferma William Wallace manager di sicurezza pubblica su Consumer Reports. I monopattini elettrici continueranno ad esisteree le città si adegueranno alle loro esigenze. Per adesso i conducenti dovrebbero guidare in maniera consapevole evitando di usare i marciapiedi, dando precedenza ai pedoni.


Need to Knows
Si può guidare un monopattino elettrico in strada?

1/28/2021

Si può guidare un monopattino elettrico in strada?

Con lo straordinario sviluppo tecnologico delle batterie al litio e dei motori elettrici, numerosi sono i mezzi di trasporto nati negli ultimi anni tra cui biciclette elettriche, monopattini elettrici all’avanguardia (Unagi) e monopattini condivisi che affollano i campus universitari e i centro città.

Occorre una patente di guida per i monopattini elettrici in Italia?

1/13/2021

Occorre una patente di guida per i monopattini elettrici in Italia?

Li hai visti girare per stradain città e chiunquealla guidasembra assolutamente entusiasta. Perchè allora non scegli anche tu un monopattino elettrico pieghevole?

Puoi guidare un monopattino elettrico su un marciapiede in Italia?

12/21/2020

Puoi guidare un monopattino elettrico su un marciapiede in Italia?

È una domanda ragionevole. Dopotutto sembra l'alternativa più sicura. Puoi, o eventualmente dovresti,guidare un monopattino elettrico su un marciapiede?

Perché i monopattini elettrici sono importanti per i viaggiatori

9/19/2020

Perché i monopattini elettrici sono importanti per i viaggiatori

In base all'analisi dei report elaborati da Deloitte, la micromobilità è il “futuro del trasporto urbano” e i monopattini elettrici rappresentano la strada maestra.

Monopattini elettrici: gamma vs peso

8/19/2020

Monopattini elettrici: gamma vs peso

I progressi nella tecnologia delle batterie hanno permesso di costruire un mercato di monopattini elettrici di alta qualità per ogni uso per muoversi in quartiere e per scampagnate fuori città.

È possibile viaggiare sotto la pioggia con un monopattino elettrico?

7/21/2020

È possibile viaggiare sotto la pioggia con un monopattino elettrico?

“No” è la risposta standard. Tuttavia, in alcuni casi, è piuttosto sicuro guidare anche sotto la pioggia ma ciò dipende soprattutto dal tipo di pioggia e dal tipo di monopattino elettrico.

Puoi portare monopattino elettrico su un aereo in Italia?

7/21/2020

Puoi portare monopattino elettrico su un aereo in Italia?

Ti stai forse meravigliandodi poter portare un monopattino elettrico in aereo? Come tutte le cose che riguardano il trasporto di oggetti sui velivoli la risposta sembra scontata.

Vale la pena comprare un monopattino elettrico?

6/17/2020

Vale la pena comprare un monopattino elettrico?

Con l'aumento della popolazione nelle città e il conseguente incremento del traffico, il pendolarismo è diventato ormai insostenibile.

Micromobilità e cultura locale

4/15/2019

Micromobilità e cultura locale

“Bello il vostro quartiere. Sarebbe un peccato se ci passasse un'autostrada”. È questo il testo sul volto di Robert Moses in un meme che ha lanciato il gruppo Facebook “New Urbanist Memes for Transit-Oriented Teens”.