Perché i monopattini elettrici sono importanti per i viaggiatori

In base all'analisi dei report elaborati da Deloitte, la micromobilità è il “futuro del trasporto urbano” e i monopattini elettrici rappresentano la strada maestra. “I tassi di utilizzo relativi al periodo in cui si sono affacciati sul mercato sono stati impressionanti, superiore rispetto al tasso di adozione delle app per il ride-sharing. Anche Edenred considera i monopattini elettrici in prima linea nel "futuro del pendolarismo". E gli scettici hanno dovuto ricredersi. “Fortunatamente”, scrive scherzosamente Robinson Meyer dell’Atlantic, “i monopattini elettrici sono davvero fantastici”.

Molte delle previsioni negli ultimi anni sono frutto delle analisi dei servizi di ride-sharing dei veicoli a due ruote che hanno “conquistato città su città sino al loro definitivo lancio commerciale” dichiara Deloitte. La condivisione dei monopattini ha dimostrato il bisogno dei pendolari di risolvere il problema degli spostamenti. Umani Irfan di Cox afferma che: “Le persone che hanno prontamente utilizzato i monopattini dimostrano quanto latente fosse la domanda di volere viaggiare in città a basso costo”. (Irfan puntualizza anche tutti quei problemi relativi al modello di condivisione del trasporto in genere, inclusi i parcheggi cittadini e i marciapiedi ingombri di scooter parcheggiati).

La domanda è cresciuta dopo un’ondata iniziale di amore-odio, guidata non solo dall'aumento dei costi di trasporto della popolazione urbana, ma anche dalla necessità del distanziamento sociale durante la pandemia. Il modello di business basato sulla condivisione “ha visto drasticamente diminuire le barriere all’entrata per i conducenti di monopattini permettendo così anche alle persone più scettiche di soddisfare la propria curiosità”. Tra quelli che diventano appassionati di monopattini elettrici, molti finiranno per comprarne uno. Per Meyer, uno dei “convertiti”, possederne uno ad alte prestazione come il Model One di Unagi potrebbe essere davvero il top.

“I monopattini elettrici rappresentano la nuova modalità di trasporto. Uniscono molti dei migliori elementidella mobilità in automobile, in bicicletta e a piedi. Hanno un motore che annulla ogni sforzo e permette di andare al lavoro senza sudare. Somigliano allebici perchè non causano una vera e propria congestione del traffico e consentono di transitare più velocemente rispetto a gran parte delle auto. Infine, proprio come succede con la mobilità pedonale, permettono di muoversi stando all'aperto.

Per le persone come me - impiegati in ufficio che si spostano all'interno della città in cui vivono - è un'opzione più veloce che evita di sudare. Ecco perché i monopattini sono così vitali. E poi un monopattino percorre 12 km in otto minuti. Puoi muoverlo porta a porta e non hai bisogno di trovare un posto per parcheggiarlo. Guidarne uno è come avere i superpoteri.”

In aggiunta alla lista di benefici elencata da Mayer, viaggiare in monopattino potrebbe essere ora il modo più sicuro ed eco-friendly per spostarsi ovunque.

Stai al sicuro in epoca di distanziamento sociale

I pericoli legati alla trasmissione da COVID-19 hanno fornito ai pendolari numerosi spunti per trovare il modo più adatto di raggiungere il posto di lavoro. Mentre milioni di persone ancora dipendono dal trasporto pubblico, le corse dei trasporti nelle principali città sono invece drasticamente diminuite. Gli studi dimostrano che i rischi potrebbero essere più bassi di quanto si pensi ma la sicurezza dipende ancora dal distanziamento sociale di ognuno di noi e dall'uso delle mascherine, cosa difficile da controllare in metropolitana, in auto o in autobus. I conducenti dei monopattini possono invece distanziarsi facilmente dagli altri per raggiungere il proprio posto di lavoro: un aspetto che è stato scoperto da un numero sempre più alto di persone dopo i primi lockdown.

Esci dagli schemi

I monopattini elettrici non solo offrono la migliore modalità di distanziamento sociale durante la pandemia ma anche uno dei modi migliori per evitare il disagio di restare seduti nel traffico e girare a vuoto per trovare parcheggio. Ovviamente uscire dagli schemi non è un problema che riguarda soltanto i conducenti di veicoli. Ogni conducente di metropolitana è consapevole che incidenti, lavori in corso e altri ritardi imprevisti possono trasformare un breve tragitto in una fastidiosa agonia.

Gli spostamenti lunghi e sedentari sono la causa di stress cronico che contribuisce allo sviluppo di altre patologie, incluse depressione e problemi cardiocircolatori. Inoltre, sottraggono il tempo spedibile in compagnia di altre persone nel fare le attività che amiamo. Guidare un monopattino è invece l'unico modo di avere a disposizione un veicolo per muoversi liberamente tutte le volte che ne abbiamo bisogno. Per i brevi tragitti e per i piccoli spostamenti in città: un monopattino elettrico consente di non restare imbottigliati nel traffico. Insomma un “superpotere”.

Energia efficiente e amichevole per l’ambiente

I problemi di emissione dei gas serra guidano il processo di adozione di veicoli come bici elettriche e monopattini elettrici. L’inquinamento globale è un dato di fatto per cui le contromisure da adottare sono necessarie per rallentare il cambiamento climatico e creare città intelligenti e sostenibili, libere dall’inquinamento eda tutti quei meccanismi urbani che le rendono invivibili.

Gli esperti di mobilità concordano sul fatto che i monopattini elettrici siano i veicoli più adatti per gli spostamenti urbani, sebbene il modello di condivisione abbia causato emissioni di anidride carbonica più alte a causa del cattivo funzionamento e della manutenzione inefficiente. I proprietari di monopattini elettrici sono invece più responsabili e consapevoli delle emissioni,grazie ad una buona manutenzione ordinaria.

Versatilità: il pendolarismo ibrido

Nessuno vive abbastanza vicino al posto di lavoro e i trasporti pubblici svolgono una funzione ancora importante nelle principali città del mondo. Questa tendenza sarà valida anche in futuro. I monopattinileggeri e pieghevoli come il Model One di Unagi offrono così ai pendolari una possibilità senza precedenti, ossia quella di viaggiare anche sui trasporti pubblici.Il monopattino pieghevole rappresenta infatti la soluzione da “ultimo chilometro”, il cosidetto “last mile” in inglese,che consente di percorrere l’ultima parte del viaggio per arrivare a destinazione.

Se da un lato è vero che i monopattini non sono adatti atutti gli spostamenti,a differenza di molte bici possono essere facilmente riposti sotto un sedile o in un bagagliaio in caso di inaspettati acquazzoni o nevicate. I monopattini elettrici rappresentano il futuro del pendolarismo perché attualmente rendono possibili anche nuovi tipi di mobilità più sane, sostenibili e alternative, portando un minor numero di auto in strada.